www.DirittoAlGioco.net

Ravenna e la cultura ludica partecipata

 

index - introduzione - attività - tema - archivio - gruppo promotore - opinioni - logo

nome della pagina

Attività a preparazione della festa del 24 maggio 2015

Terza edizione della Festa del Diritto al gioco e della "cultura ludica partecipata" - 24 maggio 2015

Quest'anno la Festa e la sua preparazione vedrà un nuovo documento guida orientare le scelte degli adulti, cioè "Gli ostacoli al gioco all'aperto" (scarica PDF Kb230 ), esiti di una ricerca esplorativa condotta nell'aprile maggio 2014, presso alcune scuole elementari di Ravenna (Pascoli, Tavelli, Torre, Garibaldi), realizzata da un team di lavoro composto da componenti delle associazioni Lucertola Ludens, SeStante e Kirecò, e che quest'anno si rinnova ed approfondisce, anche con la produzione di un video.

Nei mesi di aprile maggio sono previste, e/o sono già state avviate, attività che tendono a coinvolgere (fare qualcosa per prendere parte attivamente) e promuovere l'evento finale, nonché materializzare la strategia dello scambio, mutuo supporto, co-costruzione dell'evento Festa tra tante organizzazioni coinvolte.

INIZIATIVE A PREPARAZIONE
- l'animazione urbana denominata “Arti in gioco”, presso area Dock 61 circolo Arci, del 16 maggio pomeriggio (piccolo concorso di pittura, tre laboratori a centri d'interesse sul colore, spettacolo Bolle in Darsena, merenda gratuita, premiazione con pergamena e note d'artista), vedi articolo su RomagnaMamme;
- tra aprile e maggio, 8 laboratori scolastici a promozione dei Diritti dei bambini/e (nelle scuole Torri, Garibaldi, Pascoli, Tavelli), di cui uno degli esiti finali sarà video (a promozione dei diritti, considerando il punto di vista dei “minori”, rivelando ostacoli e possibili modalità per superare ciò che impedisce loro di giocare all'aperto) a cura del team Lucertola Ludens, SeStante, Kirecò;
- due laboratori “di arricchimento“ (4 incontri) in due classi della elementare Pasini (limitrofa al parco) per realizzare “strumenti ludici” da portare alla Festa, i cui i bambini/e saranno co-adiuvatori dell'animazione stessa;
- due laboratori “di arricchimento” (4 incontri) in due centri di dopo scuola Arci (presso scuola Pasini e Ricci) per realizzare “strumenti ludici” da portare alla Festa, con bambini/e che diventeranno co-adiuvatori di altri frequentatori la Festa;
- un incontro di formazione educatori della Cooperativa Progetto Crescita che si occupa di Pre e Post scuola, affinché essi promuovano la Festa nei solo servizi - via costruzione del giocattolo - e assicurando loro presenza attiva (conducendo laboratorio) alla Festa;
- si concede supporto economico alla pubblicazione di foto per la realizzazione di mostra fotografica “Un gioco per ogni stagione” - bambini e giocattoli della popolazione Fubel, villaggio del Benin. Una splendida finestra su una “cultura ludica altra” che offre la possibilità di aggiungere un punto all'obiettivo dialogo interculturale alla Festa;
- ciclo di tre conferenze con esperti di diversificati ambiti (pediatria psicologia pedagogia sociologia antropologia - vedi retro del volantino) presso Aula Magna Liceo Artistico, nelle giornate del 14, 15 e 18 maggio. Ottima occasione per stimolare un'altra immagine di infanzia per una diversa cultura dell'infanzia (come gli adulti si immaginano che sono i bambini/e), moderna e coerente con quanto promuove Unicef (Vedi intervista a Roberto Farnè in occasione della sua conferenza dalle 17,00 alle 19,00, del 15 maggio, fatta da Romagna Mamme);
- “Medio e i suoi aquiloni”, mostra di aquiloni tradizionali e laboratori presso Casa Vignuzzi (libreria per bambini/e ragazzi/e), riconoscere un personaggio popolare che con i suoi aquiloni ha marcato ludicamente l'identità di un territorio (quello appunto della Darsena dove risiedeva, proprio nelle case popolari vicino al parco Manifiorite)
- laboratori presso due scuole dell'infanzia (Arcobaleno e Manifiorite) limitrofe al parco per realizzare “strumenti ludici” da portare alla Festa, gestiti dai genitori.

FESTA DEL VICINATO del 15 maggio - limitrofa al parco Manifiorite (parco nell'incrocio tra via Pola/Capodistria) per il pomeriggio dalle 16,00 alle 18,00 - organizzata da ACER e Cittattiva.

CONTENUTI PREVISTI ALLA FESTA – 24 maggio 2015 dalle 15,00 alle 19,00
In base a quanto definito alla riunione del 28 aprile in sede Arci con i referenti di 15 organizzazioni collaboranti, ricorrendo alla mappa aggiornata al 23 aprile, ricorrendo ad un primo schema parziale che correla attività/organizzazione/numero volontari, ed all'interno di un contesto in cui si garantisce ai bambini/e gratuitamente la libera frequenza, scelta e circolazione nel parco, i contenuti della Festa sono organizzati sia come centri di interesse, che come “sfondi ludici” (luoghi di gioco in cui sono stati predisposti “strumenti ludici” creati in fase di preparazione, lasciati a disposizione dei presenti, i quali inducono al gioco spontaneo, di libera iniziativa del bambino/a) e sia come eventi che accadono specifici momento di tempo.

Centri d'interesse ludici: tenda con 4/5 Giochi d'Oriente; laboratorio “Pippi al Kaleidoscopio”; i giocattoli di Mastro Nocciola-Baldazar; area della scuola dell'infanzia Manifiorite (“Ali di cartone”, “Cartoni Animali”, “Gioco dell'Oca degli animali”, Maschere di animali); due laboratori di costruzione del giocattolo; “Mandala di oggetti”; “Gimkana sensoriale”; gioco con i Giocattoli della tradizione romagnola; carrettini in strada.

“Sfondi ludici”: gimkana in erba/strada per le biciclette e altro, tende e tunnel di lenzuola, labirinto di Matisse, scatole di cartone colorate, la Ragnatela di Arlecchino.

Eventi: premiazione con presenza Assessore ore 15,30; merenda ore 1630; performance pre e adolescenti ore 17,00 presso Quake.

Si aggiungono le due mostre: “Quadri d'autore” dai centri educativi e “Un gioco per ogni stagione” giochi e giocattoli dei bambini/e Fulbe – villaggio nel Benin.
Tavolo punto informativo e raccolta fondi ProNepal; tavolo di raccolta firme per la campagna Vogliamo passaggi più sicuri e sena barriere architettoniche per accedere al parco. ingrandimento

Con questa Festa si spera di contribuire ad interrompere quella continuità che è divenuta normalità consolidata dell'infanzia che vive in città, e che già negli anni '70 era stata così delineata da Bruno Bettheleim: ".. l'importanza del gioco nell'educazione e nella socializzazione dei bambini/e è stata, in questo secolo, contemporaneamente sia riconosciuta in teoria e sia negata nella pratica. Se da una parte si è infatti divenuti più consapevoli del significato psicologico del gioco spontaneo, non strutturato, dall’altra le esperienze di gioco libero concesse ai bambini/e appaiono sempre più ridotte. Le attività ludiche vengono sorvegliate e guidate e le giornate infantili vengono riempite da una così grande quantità di attività prefissate che ai bambini/e rimane molto poco tempo per giocare per conto proprio." (dal libro "Gioco e educazione", La Nuova Italia 1989)

Per vedere Introduzione alla prima edizione della Festa del Diritto al gioco a Ravenna vedi introduzione 26 maggio 2013
Per vedere Introduzione alla seconda edizione della Festa del Diritto al gioco a Ravenna vedi introduzione 25 maggio 2014

Vedi pagina che fa resoconto della prima riunione dei soggetti che hanno collaborato all'iniziativa oppure scarica in formato PDF il resoconto della prima riunione (27 febbraio 2015 - presso sede Arci) - resoconto seconda riunione del 28 aprile.

Il progetto è stato curato dall'associazione Lucertola Ludens, nelle sue fasi di raccolta fondi (Fondazione Cassa di Risparmio e Banca Credito Cooperativo, con merenda offerta da Coop Aquileia), coordinamento, organizzazione, documentazione valutazione, aggiornamento sito interent.
Si ringraziano tutti i soggetti coinvolti: Assessorato Istruzione e alla Cultura, Assessorato alle Politiche Giovanili, ConCittadini, Circoscrizione II e III, Consorzio Selenia, Casa delle Culture, Arci provinciale, Centro Giovani Quake, Cooperativa Progetto Crescita, Comitato Unicef locale, Centro La Quercia, Polizia Municipale, le associazioni SeStante, Kirecò, Psicologia Urbana e Creativa, Dalla Parte dei Minori, AGA, Tititom, ARAR Planetario, Civiltà Erbe Palustri, Mabuhay Italia-Filippine, Gruppo Ravenna in Tutti i Sensi, Legambiente Circolo Matelda, scuole dell’infanzia (Arcobaleno e Manifiorite), alcune classi delle scuole elementari (Torri, Garibaldi, Pascoli, Pasini e Tavelli), Bonobolabo, Arc.Lab Studio Associato di Architettura, Palomar Ludobus e l'animatore storico di Ravenna “Mastro Nocciola-Baldazar”, la Banda del carrettino; Pubblica Assistenza con ambulanza sul posto, Centro la Lucertola, SiriusGrafica.
Si ringrazia Studio EFFE per la stampa gratuita delle magliette dello staff addetto al SERVIZIO della Festa del 24 maggio